(+39) 045 6862757 incoming@amaterraviaggi.com
Nuova Partnership per AmaTerra

Nuova Partnership per AmaTerra

AmaTerra Viaggi ha di recente stipulato una partnership con De Verona Wine Club, storica azienda di spedizione di vini presente in Valpolicella.
Molti sono gli obiettivi in comune: AmaTerra Viaggi curerà l’organizzazione degli eventi per la promozione del territorio e l’informazione sul mondo dei vini. De Verona Wine Club offre un servizio di spedizione professionale rivolto a quei privati che intendono spedire bottiglie di pregio in completa sicurezza.

Aumentano i viaggi verso l’Italia

Aumentano i viaggi verso l’Italia

Aumentano i viaggi verso l’Italia, soprattutto nel settore del turismo enogastronomico.
Secondo il monitoraggio realizzato dall’Enit, per il 74% dei tour operator le prenotazioni sono in crescita, per il 20% sono stabili e per il 6% in calo.

In particolare, la quasi totalità degli operatori intervistati rileva un aumento del turismo enogastronomico: le tendenze di crescita sono del 10% per i Paesi europei e del 20% per i Paesi oltreoceano.
Coinvolte più o meno tutte le regioni italiane, ma le principali indicate dai tour operator contattati sono Toscana (soprattutto Chianti e Firenze), Piemonte (Langhe, Baveno), Sicilia, Emilia Romagna e Veneto (nella foto il lungolago di Lazise, sul Lago di Garda), Umbria e Puglia. Molto in voga anche il cicloturismo, che piace soprattutto ai viaggiatori di lingua tedesca.
Anche il turismo outdoor rileva una generale crescita: le destinazioni più richieste sono le aree interne del Paese ed i laghi.
Analizzando i flussi aeroportuali, l’Enit sottolinea la crescita delle prenotazioni dagli Stati Uniti (+19,7% rispetto allo stesso periodo del 2017), dato importante tenendo conto che gli Usa coprono il 27,2% degli arrivi.

“Dal monitoraggio svolto da Enit – ha dichiarato Giovanni Bastianelli, direttore esecutivo di ENIT – nell’estate 2018 si prospetta un altro segno più negli arrivi dei visitatori europei ed extra-europei nel nostro Paese. Si tratta di un dinamismo riscontrato a livello globale, che vede l’Italia occupare una parte da protagonista. Gli incrementi dei flussi turistici verso il Belpaese sono, fra l’altro, misurabili non solo nei mercati emergenti, ma anche in Paesi come Usa, Francia e Germania, i principali bacini d’origine dell’incoming italiano.

Al turismo di massa, si stanno affiancando formule di viaggio ‘slow’, che identificano nell’italian way of life e nella sostenibilità il primo requirement della vacanza sul nostro territorio. In linea con questa tendenza – ha aggiunto il direttore esecutivo di Enit – si va sempre più affermando il turismo enogastronomico, che attraverso la valorizzazione dei cibi raggiunge il più ampio orizzonte dei profili culturali e dei vissuti dei territori che ospitano i flussi turistici.

 

Strada del Vino e dei Sapori del Trentino

Strada del Vino e dei Sapori del Trentino

In quest’affascinante territorio, che passa da un ambiente mediterraneo ad un ambiente tipicamente alpino, troviamo, oltre a stuzzicanti produzioni gastronomiche, le eccellenze dell’enologia locale.
I prodotti da scoprire spaziano così dal vino ai formaggi, dai salumi alle trote, dalla frutta agli ortaggi, passando per l’olio.
Prodotti quali il Trentodoc, il Müller Thurgau, il Vino Santo, il Marzemino, il Teroldego Rotaliano e la Grappa trentina ne sono le punte di diamante.

Bardolino si promuove con il nuovo city brand

Bardolino si promuove con il nuovo city brand

Il giallo del sole, il viola dell’uva, l’azzurro delle acque del Lago di Garda: il nuovo city brand di Bardolino è stato presentato in conferenza stampa lo scorso 29 maggio in concomitanza con il Palio del Chiaretto, evento in cui il marchio è stato proiettato sulle ville del lungolago.

Stefano Comencini, titolare dell’agenzia “Ideare.eu”, è il graphic designer che ha progettato il lobo. Ilmarchio sarà registrato dal Comune di Bardolino nelle prossime settimanee poi veicolato attraverso la Fondazione Bardolino Top a tutti gli attori del turismo, in modo da creare un riconoscimento distintivo per il territorio a livello locale, nazionale ed internazionale: «L’idea girava in paese già da qualche anno – spiega il sindaco, Ivan De Beni –, ma per un motivo o per l’altro non si è mai concretizzata in qualcosa di tangibile che potesse rappresentare l’identità di Bardolino. Quando Stefano Comencini mi ha proposto questa grafica, unitamente ad altri creativi bardolinesi che hanno collaborato alla sua ideazione, ho capito che questo era il momento giusto per lanciare questa opportunità, perché proprio di questo si tratta: un’opportunità per essere sempre più visibili e riconoscibili».

Il nuovo logo, che si propone di essere rappresentativo delle peculiarità e degli elementi che contraddistinguono Bardolino, verrà utilizzato in tutte le campagne promozionali, così come verrà chiesto a strutture ricettive, esercizi pubblici e associazioni di utilizzarlo in ogni comunicazione: «Il logo rappresenta l’intera sistema, fatto di persone, turismo, territorio e tradizione – ha spiegato Stefano Comencini – utilizzarlo vuol dire esprimere la consapevolezza di far parte del territorio, condividendo e testimoniando i valori specifici che questa terra considera identitari». Ecco dunque il sole di color giallo acceso, che funge da sfondo ed indica la tipicità della la meta turistica, il grappolo d’uva inserito nel testo con un abile gioco grafico a sintetizzare il prodotto per eccellenza di questa sponda del Lago, ed infine l’acqua, rappresentata da due onde azzurre stilizzate a sottolineare la scritta “Bardolino”.

Buona fortuna alla nuova campagna marketing che punta a rivitalizzare, con nuovi progetti, il paese di Bardolino e l’intero Lago di Garda.

Vedi
Nascondi